Safari indimenticabile nella Selous Reserve in Tanzania

La Riserva Selous è una delle principali attrazioni turistiche della Tanzania. Con una superficie di 55 km², è la più grande riserva naturale del continente africano.

La sua parte settentrionale è il luogo di predizione dei seguaci del safari fotografico. Per quanto riguarda la parte meridionale, è predestinata alla caccia. Questa riserva è elencata come Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

Il suo ecosistema e la sua biodiversità sono riconosciuti dall'UNESCO. La sua fauna è concentrata nel Lake District e vicino al fiume Rufiji.

Questa zona ha una vegetazione lussureggiante dopo forti piogge. Il safari in barca è una delle attività da pianificare sul posto.

Questa alternativa consente di osservare da vicino ippopotami e coccodrilli, ma anche altri animali che bevono sulle sponde.

Tra i mammiferi che i globetrotter possono incontrare in questa riserva, ci sono elefanti, rinoceronti neri, ghepardi, cani selvatici, bufali o leoni.

Va notato che il safari a piedi è possibile in questa riserva. Pertanto, i trampolieri possono avvicinarsi agli animali nel loro ambiente naturale.

Un'esperienza senza precedenti che non è raccomandata nella maggior parte dei parchi in Tanzania. Per raggiungere Selous, i turisti possono noleggiare un taxi da Dar es Salaam o Zanzibar.

È anche possibile andare in 4 × 4 da Dar es Salaam, a 6 ore di macchina. Per trarne il massimo vantaggio safari Tanzania, si consiglia di pianificare il viaggio tra giugno e ottobre. Durante questo periodo di siccità, gli animali si riuniscono attorno ai punti d'acqua per rinfrescarsi in modo che possano osservarli più facilmente.

A differenza del resto dell'anno, durante il quale la fauna è dispersa in tutto il territorio. Tra aprile e maggio, è la grande stagione delle piogge, durante questo periodo, le tracce sono impraticabili rendendo quasi impossibile l'accesso alla riserva.