Scoperte turistiche nel cuore del Kirghizistan

Situato nell'Asia orientale, il Kirghizistan si trova all'incrocio tra l'Himalaya e il Medio Oriente. Questo paese copre un'area di circa 198 km2 e conta più di 5 abitanti. La sua capitale, Bishkek, è la sua città più grande. La sua popolazione ha una cultura ricca e varia a causa dei molti gruppi etnici (per lo più di origine russa, uzbeka e turca) che la costituiscono. Per quanto riguarda la religione, ci sono l'720% dei seguaci dell'Islam sunnita, il che spiegherebbe le usanze sciamaniche presenti nel territorio. Inoltre, in termini di abbigliamento, notiamo che le donne si vestono con abiti lunghi e gonne (questi sono privilegi soprattutto per le donne sposate). A parte questo, la maggior parte delle persone kirghise indossa cappelli. Questi sono disponibili in diversi modelli come tebbeteyka, tebbetey e kalpak. Stivali di pelle e gioielli sono anche accessori tradizionali degli abitanti.

La gastronomia del Kirghizistan, una curiosità nazionale

Proprio come vacanza IranUn soggiorno in Kirghizistan permette ai viaggiatori di assaporare varie specialità culinarie. La cucina kirghisa utilizza latte, verdure e carne come ingrediente principale. La maggior parte della gente del posto ama carne di manzo, capra, cammello e cavallo. Quest'ultimo è uno dei menu preferiti dei residenti. Viene spesso preparato durante cerimonie e riti. Plov è anche un piatto tipico del Kirghizistan. Viene per lo più servito durante gli eventi festivi. È composto da carne e riso. Anche la verdura e il brodo di carne o chorpo sono una ricetta tradizionale del popolo kirghiso. Per quanto riguarda i rinfreschi, sono fatti principalmente con latte e cereali. I più popolari sono choro, archan, bozo, tan e koumiz. Questo è un liquido prodotto con latte di cavalla fermentato.

Una salita del Monte Pamir

Le Tour del Kirghizistan è una delle mete interessanti per un viaggio di trekking, perché la maggior parte del suo territorio è caratterizzato da regioni montuose. Un tour del Monte Pamirs consente ai viaggiatori con lo zaino di scoprire un'area costellata di paesaggi incontaminati e alte vette. Questa salita è riservata principalmente agli esperti di escursionismo a causa degli alti e aspri massicci. Da questa vetta, gli avventurieri avranno una splendida vista su diverse colline. Per beneficiare del bel tempo, la stagione migliore per visitare questo luogo è tra giugno e settembre. Inoltre, durante la loro ascesa, i viaggiatori zaino in spalla possono fare una deviazione nella riserva della biosfera di Sary-Chelek. È un patrimonio mondiale dell'UNESCO e copre un'area di oltre 23 km2. Ospita il terzo lago più grande di questa regione. Questo punto d'acqua ha una superficie di circa 5 km2 ed è pieno di pesci